Impara a Fare la Differenza con il Personal Branding

Scritto da Alessandro Ferrari il 26/07/16 16.55

personal-branding-fare-la-differenza.jpg

 

Il Personal Branding è un processo comunicativo attraverso il quale un soggetto definisce i punti di forza che lo contraddistinguono in modo esclusivo dagli altri, fino a creare un vero e proprio marchio personale.

 

Nella nostra strategia di Personal Branding, quindi, un ruolo fondamentale è ricoperto da tutte quelle tecniche che possono portare gli altri a percepire la nostra diversità, cioè a distinguerci dalla concorrenza.

Una chiave idonea per distinguerci dagli altri è il cosiddetto fattore specializzazione. Se non riuscissimo nell’impresa, infatti, la nostra possibilità di essere scelti come rappresentanti del settore in cui operiamo si ridurrebbe drasticamente ai capricci del destino, eventualità che può sorridere solo a zio Paperone. :-)

Se il tuo obiettivo è quello trasmettere un reale valore di esclusività alle persone o alle aziende che ti circondano, devi imparare una volta per tutte a fare la differenza, evitando di mischiarti alla massa.

Per raggiungere risultati importanti è necessario restringere il proprio focus, puntando sulle proprie peculiarità e sui propri punti di forza. Specializzare la propria offerta è uno dei modi migliori per emergere e ottenere dei vantaggi.

 

focus-day-alessandro-ferrari

 

La specializzazione ti offrirà diversi vantaggi:

  1. Lavorerai con maggior efficienza su progetti di una determinata area, maturando competenze dettagliate nel tuo campo di riferimento.
  2. Verrai ricordato più facilmente e associato a una specifica esigenza di mercato.
  3. Più ti focalizzerai su un determinato settore, più verrai considerato come esperto dalle aziende e dai tuoi interlocutori.
  4. Se credi nella specializzazione che hai scelto, trasmetterai in modo spontaneo passione e positività, elementi ormai dimenticati nel mondo del lavoro.
  5. Potrai ottimizzare le tue azioni di “marketing & comunicazione” risparmiando tempo e denaro.
  6. Sarà più semplice comunicare ciò che sai fare realmente.

 

Leggi questo articolo di approfondimento: Personal Branding: questione di “Personalità” e “Specializzazione”

 

Dunque: è meglio saper fare tante cose senza eccellere in nessuna oppure una sola ma benissimo?

Se lo chiedessimo a Dennis Rodman, la risposta non potrebbe che essere la seconda!

 

Dennis-Rodman-Personal-Branding.jpg

 

Per chi avesse scarsa dimestichezza con il basket, va ricordato che stiamo parlando di un giocatore diventato famoso nel corso degli anni ’90 nel circuito NBA per la straordinaria attitudine al rimbalzo, che lo portò a trionfare nella speciale classifica per ben sette volte consecutive, facendone uno dei giocatori più ammirati di tutti i tempi.

Rodman giocava in una delle posizioni che richiedono grande forza fisica, e nonostante fosse a volte più basso anche di 15 cm rispetto si suoi avversari, è stato il più forte rimbalzista della sua generazione e uno dei migliori difensori nel suo ruolo.

Stiamo parlando di un uomo straordinario che ha saputo distinguersi nettamente dagli altri.

È conosciuto anche per il suo modo eccentrico di comportarsi dentro e fuori il campo. Notoriamente incline a imprecare in pubblico o durante le dirette televisive, si presentava con numerosi tatuaggi e piercing e spesso si tingeva i capelli con colori brillanti, prima che diventasse una moda comune.

 

Una sola cosa, ma svolta in modo impeccabile. Grazie ad essa, infatti, riuscirai a delimitare al meglio il tuo bersaglio, escludendo tutti coloro che non hanno bisogno del tuo particolare talento. Questo basta per avere successo nella nicchia di mercato cui ci rivolgiamo.

In tal caso, però, bisogna fare estrema attenzione a calibrare perfettamente la propria strategia di Personal Branding. Concentrarsi su poche cose va bene, ma una eccessiva specializzazione potrebbe addirittura minare alla base la potenziale fetta di clienti, il nostro mercato di riferimento.

ESEMPIO PRATICO: Specializzarsi in lingue va benissimo, poiché il mercato è costantemente alla ricerca di traduttori e interpreti di inglese e spagnolo, per non parlare del cinese. Diventare uno specialista di aramaico, lo è molto meno, visto che attualmente questa affascinante lingua - la stessa utilizzata per scrivere il Talmud e parlata in Israele ai tempi di Gesù - viene utilizzata soltanto in alcuni piccoli villaggi siriani. A meno che non si abbia in mente di diventare uno studioso di testi sacri, è molto meglio dedicarsi allo studio di lingue vive e parlate da una grande massa di persone, cercando di raggiungere elevati standard qualitativi.

 

CONCLUSIONI

Ora spetta a te decidere come fare la differenza, osservando il rapporto tra domanda e offerta nel mercato in cui andrai a collocarti.

(Se vuoi saperne di più in merito, leggi anche questo articolo di approfondimento: PERSONAL BRANDING: il Marketing di Se Stessi in Ambito Professionale)

 

Se lo chiedessimo a Warren Buffet, famoso economista statunitense, ci direbbe:

La diversificazione è una protezione contro l’ignoranza. Non ha molto senso per coloro i quali sanno cosa stanno facendo.” 

In definitiva, distinguersi è una cosa positiva, indice di grande personalità e possesso di doti rimarchevoli, a patto che non si cada nello snobismo e nella ricerca di una nicchia in cui il mercato si riduce alla presenza di pochi eletti.

 

E per concludere l'articolo di oggi, ti suggerisco di dare una pagina al mio nuovo workshop in programma, dedicato proprio al mondo del business:

corso-business-day

 

Ecco i principali argomenti che tratterò nel corso della giornata: 

  • Attirare Clienti anzichè rincorrerli
  • Costruirsi un Brand (attraverso una strategia di Personal Branding)
  • Lavorare sulla Percezione
  • Diventare gli esperti del settore
  • Creare Valore per i clienti
  • Comunicare con le persone e non con i clienti
  • La regola delle 3 Domande
  • Come Deliziare i Clienti
  • Tecniche di Fidelizzazione
  • Conquistare la fiducia
  • Testimonianze: come averle e come usarle
  • Far Percepire la differenza
  • Presentarsi in modo dinamico rispetto alla concorrenza
  • Attirare Clienti con i Social Media
  • Vendere senza vendere

 

Nel frattempo...scarica la mia fantastica guida gratuita dedicata all'argomento di oggi:

guida-gratis-personal-branding 

 

Pensa in grande!

Alessandro Ferrari

 

Categorie: Personal Branding

condividi su whatsapp