I 10 modi migliori per superare lo stress da lavoro

Stress da lavoro i 10 modi migliori per superarlo

Sentirsi stressati al lavoro è normale. Anzi, una certa dose di stress può essere positiva per voi. Può aiutare a rimanere motivati e concentrati. Ma quando lo stress inizia a interferire con la vostra capacità di portare a termine il lavoro, è il momento di agire. In questo articolo vediamo come superare lo stress da lavoro.

Stress da lavoro correlato: Come influisce sulla salute e sulla produttività aziendale

Quando lo stress diventa opprimente, può avere ripercussioni sulla salute, sull’umore, sulla produttività, sulle relazioni e sulla qualità della vita

lo stress da lavoro può derivare da diverse fonti.

Può essere il risultato di orari prolungati, scadenze impegnative, clienti o committenti difficili, aspettative lavorative irrealistiche, mancanza di soddisfazione lavorativa o una serie di altri fattori.

Quando lo stress da lavoro correlato non viene controllato, può portare a gravi problemi di salute come malattie cardiache, pressione alta, ansia, depressione e altro ancora.

Può anche rendere meno produttivi sul lavoro e aumentare la probabilità di commettere errori

Se vi sentite sopraffatti dallo stress lavorativo, potete fare qualcosa per gestirlo. Analizziamo ora gli effetti dello stress lavorativo sulla salute e sulla produttività aziendale.

Vi forniremo inoltre alcuni consigli per gestire lo stress lavorativo in modo che possiate rimanere sani e produttivi al lavoro

Gli effetti dello stress da lavoro sulla salute

lo stress lavorativo può avere un impatto significativo sulla salute fisica. Quando si è sottoposti a stress cronico, il corpo è in uno stato costante di “lotta o fuga”

Ciò innesca il rilascio di ormoni come l’adrenalina e il cortisolo. Questi ormoni hanno lo scopo di aiutarci ad affrontare un pericolo immediato aumentando la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna, la frequenza respiratoria e i livelli di zucchero nel sangue.

Si tratta della cosiddetta “risposta allo stress”

La risposta allo stress è utile nel breve periodo perché fornisce l’energia e le risorse necessarie per affrontare una situazione stressante.

Ma quando la risposta allo stress è costantemente attivata dallo stress lavorativo cronico, il corpo ne risente.

Nel corso del tempo, questo può portare a problemi di salute come malattie cardiache, ipertensione, diabete, ictus, disturbi d’ansia, depressione, problemi gastrointestinali come ulcere e sindrome dell’intestino irritabile (IBS), problemi del sonno, aumento o perdita di peso, problemi della pelle come acne o psoriasi e altro ancora

Gli effetti dello stress da lavoro correlato sulla produttività aziendale

Lo stress lavorativo non solo incide sulla salute fisica, ma può anche avere un impatto negativo sulla produttività sul lavoro.

Quando si è sottoposti a stress cronico, è difficile concentrarsi e pensare con chiarezza. Potreste avere difficoltà a concentrarvi sui compiti o a prendere decisioni.

Di conseguenza, potreste commettere più errori del solito o impiegare più tempo del solito per completare i compiti

Oltre a influire sulle funzioni cognitive, lo stress cronico può anche portare ad assentarsi dal lavoro, sia perché si è troppo malati fisicamente per rientrare, sia perché si è troppo esausti mentalmente per affrontare un’altra giornata in ufficio.

Quando i dipendenti si assentano spesso dal lavoro a causa dello stress

lavorativo, ciò ha un impatto negativo sulla produttività e sulla redditività dell’azienda.

Infatti, alcuni studi hanno dimostrato che lo stress sul posto di lavoro costa alle aziende europee milioni di euro ogni anno in termini di perdita di produttività dovuta all’assenteismo e al presenzialismo (quando i dipendenti sono fisicamente presenti ma non produttivi)

Stress da lavoro e sindrome da Burnout: Come individuarla e cosa fare per affrontarla

Come abbiamo già avuto modo di spiegare, lo stress da lavoro è un fenomeno molto reale che può avere gravi conseguenze se non viene controllato.

Infatti, lo stress lavorativo è una delle cause principali della sindrome da burnout, una condizione caratterizzata da stanchezza fisica e mentale, cinismo e distacco dal lavoro.

Se vi sentite stressati dal vostro lavoro, è importante agire per evitare che la sindrome da burnout si manifesti.

Vediamo ora come individuare i segnali che possono portare al burnout e cosa fare per gestirli in modo efficace.

Segni di stress da lavoro

Ci sono molti segnali diversi che indicano che si sta vivendo un periodo di stress lavorativo.

Alcuni di quelli più comuni sono:

  • Sentirsi sopraffatti dal carico di lavoro o dalle responsabilità
  • Sentirsi poco apprezzati o non valorizzati sul lavoro
  • Sentirsi spesso ansiosi o stressati mentre si è al lavoro
  • Perdere interesse per il proprio lavoro o sentirsi disimpegnati dal proprio lavoro
  • Sensazione di non riuscire mai a fare una pausa o a rilassarsi mentre si è al lavoro
  • Sentire i sintomi fisici dello stress, come mal di testa, mal di stomaco o difficoltà a dormire

Se avvertite uno di questi segnali, è importante prendere provvedimenti per gestire lo stress prima che sfoci nella sindrome da burnout

Ci sono molte cose da fare per gestire efficacemente questa situazione e prevenire la sindrome di burnout.

  • comunicare apertamente con il proprio supervisore in merito al carico di lavoro e a come ci si sente al riguardo
  • fare delle pause durante la giornata per rilassarsi e rigenerarsi
  • partecipare a un programma di assistenza ai dipendenti, se la vostra azienda ne offre uno
  • parlare con un terapeuta o un consulente di come ci si sente; e

Quindi se state vivendo un periodo di stress lavorativo, è importante agire per evitare che la sindrome da burnout si manifesti.

Questi 10 consigli vi aiuteranno a superare lo stress lavorativo e ad aumentare la vostra produttività

1. Identificate la fonte dello stress.

È il carico di lavoro? Il vostro capo? I colleghi di lavoro? Una volta individuata la causa dello stress da lavoro, si può iniziare ad affrontare il problema.

2. Fate una pausa.

Quando vi sentite sopraffatti, prendetevi qualche minuto per schiarirvi le idee. Allontanatevi dalla scrivania, fate una passeggiata o semplicemente chiudete gli occhi e respirate profondamente.

3. Creare un piano d’attacco.

Quando si hanno molte cose da fare, può essere utile creare un elenco di compiti e classificarli in base all’importanza. In questo modo, potrete concentrarvi prima sulle attività più importanti e non perdere tempo con quelle meno importanti.

4. Stabilite obiettivi realistici.

Se vi ponete costantemente obiettivi impossibili da raggiungere, non c’è da stupirsi che vi sentiate stressati!

Assicuratevi che i vostri obiettivi siano realistici e raggiungibili, in modo da poterli effettivamente realizzare. Questo vi aiuterà a rafforzare la fiducia in voi stessi e a sentirvi più capaci.

Gestire lo stress da lavoro parte anche da una corretta pianificazione giornaliera delle attività.

5. Delegate e chiedete aiuto.

Se cercate di fare tutto da soli, siete destinati a stressarvi! Imparate a delegare i compiti e a chiedere aiuto quando ne avete bisogno. Questo alleggerirà il vostro carico e vi aiuterà a sentirvi più padroni della situazione.

6. Evitate di procrastinare.

Rimandare i compiti non farà altro che renderli più difficili da svolgere in seguito e aumentare i livelli di stress nel frattempo. Cercate di concentrarvi sul compito da svolgere, in modo da portarlo a termine e andare avanti rapidamente.

7. Prendetevi cura di voi stessi.

Quando si è stressati, è importante prendersi cura di sé sia fisicamente che mentalmente. Mangiate cibi sani, fate attività fisica regolare e dormite a sufficienza! Ciò contribuirà a migliorare il vostro umore e a darvi l’energia necessaria per affrontare qualsiasi cosa vi capiti a tiro.

8. Parlatene!

Non tenetevi lo stress dentro di voi: parlatene con qualcuno che vi capisca e che possa offrirvi consigli utili o sostegno, ad esempio un amico, un familiare o un terapeuta

9. Trovare uno sfogo.

A volte, il modo migliore per affrontare lo stress è trovare uno sfogo per esso. Questo potrebbe significare andare a correre, dedicarsi alla pittura o qualsiasi altra cosa che vi aiuti a rilassarvi e a dimenticare i vostri problemi per un po’. Fate quello che funziona per voi!

10. Sapere quando cercare un aiuto professionale.

Se lo stress sta davvero iniziando a farsi sentire, potrebbe essere il momento di cercare un aiuto professionale da parte di un medico o di un terapeuta. Non c’è nulla di cui vergognarsi: lo stress è una condizione reale che può avere gravi conseguenze se non viene trattata. Non esitate a chiedere aiuto se ne avete bisogno!

Conclusione:

Lo stress da lavoro è un problema comune che, come abbiamo visto, può avere effetti importanti sulla nostra salute e sulla nostra produttività.

È importante essere consapevoli dei segnali dello stress lavorativo e del burnout, in modo da poter prendere provvedimenti per affrontarlo prima che diventi un problema più grave.

Mettendo in pratica i suggerimenti elencati in questo articolo, possiamo iniziare a gestire lo stress da lavoro in modo efficace.

Avete dei consigli per gestire lo stress lavorativo?

Lasciate un commento qui sotto e fateci sapere cosa ha funzionato per voi.


Comunicare & Vendere con Successo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.