Parole che uccidono la comunicazione promozionale

Scritto da Alessandro Ferrari il 27/08/18 13.00

Parole che uccidono la comunicazione promozionale

Se sei un imprenditore oppure un comunicatore di professione, sai già che esistono parole che più di altre risultano persuasive e, al contrario, parole ambigue da usare con cautela in una trattativa diretta o sulle pagine di un sito internet. Nella mia esperienza ne ho raccolte alcune che proprio non riesco a digerire e che, tuttavia, sento e risento di continuo.

Nel mio percorso professionale mi è capitato di fare le spese, mio malgrado, di un linguaggio scorretto. Quando commetti errori hai due scelte: lamentarti dando ad altri le colpe, oppure imparare qualcosa. Io ho iniziato a studiare: sia apprendendo dall’esperienza che leggendo libri. Ho studiato comunicazione per fare meglio il mio lavoro e questo mi ha regalato le chiavi di opportunità personali e lavorative che mai avrei immaginato prima.

La giusta comunicazione migliora la vita personale e professionale. Ecco perché tengo molto a curare il modo in cui mi esprimo e annoto quello che invece proprio non digerisco.

Le Parole che Uccidono la Comunicazione Promozionale e la Vendita

A questo proposito ho creato un elenco di parole che uccidono gli approcci comunicativi, particolarmente importanti nella vendita, e che vengono utilizzati spessissimo, se ci fai caso.

Nella mia personale top 3 delle parole che uccidono la vendita ci sono:

  • SALVE…
  • LA DISTURBO SOLO PER…
  • LE RUBO UN MINUTO SOLO…
  • NON POSSO…

Salve è in disuso dall’epoca dell’impero Romano, probabilmente. A un amico non lo diremmo mai, perché allora scriverlo in una mail? O dirlo a un cliente? La verità è che i clienti sono persone: se li conosci puoi permetterti del tu, diversamente utilizza un bel buongiorno, buon pomeriggio o buonasera a seconda del momento della giornata. Anticipo la tua obiezione: quando invio una email non so quando verrà letta. Se scrivo buongiorno e poi il potenziale cliente legge la sera non succederà niente di irreparabile.

Quindi, secondo il mio punto di vista, basati sull’orario in cui la invii. Anche perché oggi tutti leggiamo le email in tempo reale o al massimo con qualche ora di differita, considerato che le riceviamo anche sui dispositivi mobile, come lo smartphone.

Seconda frase frequente che sento spesso dire dai call center in alcune varianti:

  • Posso disturbare un attimo per parlarle del mio prodotto?
  • La disturbo un minuto per dirle che…
  • Posso disturbarla adesso?

Niente! A tutte e 3 le varianti il 99% delle persone riaggancia il telefono oppure chiude la mente, andando in dialogo interno fino alla prima occasione per dire No.

Anche la frase “le rubo un attimo, un minuto” mi fa l’effetto di un piatto pesante di sera. Niente da fare, non mi devi rubare niente, tantomeno il tempo, che è la cosa più importante che ho. E diciamolo pure, nessuno di noi ha tempo da perdere. Per questo approccio, dunque, un altro bel No come risposta.

Infine, “non posso”. Se sei in trattativa di vendita e un cliente ti fa una richiesta che al momento non sei in grado di evadere, evita la terminologia “non posso”. Meglio spiegare quali sono le circostanze, oppure delegare qualcun altro, per esempio: “Certo, alla tua richiesta sarà in grado di rispondere la mia collega che si occupa proprio di questa cosa, informiamola subito con una mail”; oppure ancora “questo articolo mi arriverà solamente tra due mesi. Se hai urgenza, questo altro articolo può fare al caso tuo”.

Se anche tu usi o hai usato spesso queste frasi in passato, ti consiglio di smettere subito e leggere questi articoli di approfondimento che ti spiegano come migliorare la tua comunicazione promozionale:

Questi esempi per dire che la buona comunicazione è una risorsa preziosissima sia nell’ambito dei rapporti personali che in quello dei rapporti professionali. Una volta compresi i principi, ti sarà facile riportarli nella vita di tutti i giorni, nelle attività di promozione dei tuoi prodotti o servizi (via telefono, via email, sui social) e anche nella vendita diretta, di persona.

Per aiutarti a comunicare meglio, essere più incisivo ed essere certo che il tuo messaggio arrivi a destinazione, ho creato una guida aggiornata sulla comunicazione vincente dove ho raccolto le nozioni e gli esempi che mi sono stati più utili in assoluto.

Clicca qui sotto per ricevere subito la tua copia gratis.

guida-gratis-comunicazione-vincente

Categorie: Comunicazione Vincente

condividi su whatsapp