Assertività: 5 Strategie Efficaci per Gestire le Persone Difficili

Scritto da Alessandro Ferrari il 29/06/15 9.00

Assertivit_5_Strategie_Efficaci_per_Gestire_le_Persone_Difficili2-1.jpg

 

Nel corso del nostro viaggio nel mondo del Comportamento Assertivo abbiamo parlato dell’Assertività come EQUILIBRIO tra le due componenti Aggressività e Passività (6 Caratteristiche di base della Comunicazione Assertiva), come capacità di ESPRIMERE SE STESSI in modo libero e spontaneo (Come migliorare la tua Vita con l’Assertività), come l’essere in grado di avere una profonda AUTOSTIMA in se stessi (Assertività e Autostima: gli 8 Passi Fondamentali), come la capacità di COMUNICARE EFFICACEMENTE (Assertività: 5 Segreti per una Comunicazione Efficace), come l’avere un grande CORAGGIO per superare con grinta le sfide professionali (8 Regole Vincenti di Comportamento Assertivo sul Lavoro) e infine come l’AMARE CON RISPETTO per migliorare la nostra vita sentimentale (Assertività: 5 Regole per applicarla alla Vita di Coppia).

 

In questo nuovo post ci concentreremo su come, attraverso l’assertività, possiamo riuscire a gestire con successo il rapporto con personalità difficili, nel lavoro, in famiglia e in qualsiasi ambito della nostra vita.

Chi sono le persone difficili? Possono essere descritte con tanti aggettivi: rumorose, invadenti, scortesi, indelicate, egoiste, ecc. Sono uomini e donne profondamente insicuri, che cercano di sfogarsi attraverso l’aggressività, il pettegolezzo o qualsiasi altra azione che possa farli sentire importanti e conferire loro potere (tra queste personalità ci sono anche i cosiddetti Vampiri Energetici. Se non ne hai mai sentito parlare, ti consiglio la lettura del mio post dedicato).

In genere, le persone difficili da gestire, quelle che solitamente per prime accendono il fuoco della discordia, sono le Personalità Aggressive, che per loro natura tendono ad essere impulsive e a reagire alle difficoltà con arroganza e in modo autoritario.

Quante volte ci è capitato di scontrarci con una determinata persona e di non riuscire a trovare una tregua? Potrebbe essere il collega antipatico, il cliente arrogante, il vicino di casa che si lamenta, il nostro partner o magari la persona che ci è passata davanti in fila alla posta o al supermercato. Di esempi ce ne sarebbero davvero molti ma il succo del problema è uno solo:

Come si fa a gestire con successo una lite, una discussione o più in generale situazioni poco piacevoli?

Ancora una volta la nostra arma vincente è l’Assertività e l’Empatia! In che modo?

Concentrandoci non sul problema ma sulla sua soluzione attraverso una nuova parola chiave dell’assertività: PROBLEM SOLVING!

Una persona assertiva infatti sa reagire in maniera costruttiva e vincente di fronte ad una discussione accesa o conflittuale, e ci riesce mettendo in pratica la sua naturale inclinazione a passare subito oltre al problema, trovando soluzioni ottimali senza prevaricare gli altri.

focus-day-alessandro-ferrari

 

 

Ecco alcuni suggerimenti utili per gestire le personalità difficili con assertività:

 

  1. Immunizzati contro stress e ansia

    Per quale motivo il confronto con personalità difficili ci crea ansia e stress? Durante uno scontro si ha un’impennata dei livelli di adrenalina nel sangue e di conseguenza ci sentiamo agitati e sotto stress. Una delle modalità migliori per affrontare con successo le personalità difficili è creare una sorta di antidoto allo stress, stress che il loro comportamento naturalmente ci impone. Come si fa? Dobbiamo autoconvincerci che se noi non glielo permettiamo non hanno il potere di turbarci e anzi, utilizzando le tecniche della comunicazione assertiva, saremo in grado di affrontarle con la giusta grinta e determinazione. In che modo quindi? Osserviamo la situazione con positività e cerchiamo di restare calmi. Di fronte ad un interlocutore che urla e sbraita ad esempio, lasciamo che finisca il suo monologo di ira e poi con la massima tranquillità diciamo la nostra opinione: vederci reagire con tranquillità di fronte alla sua collera impazzita lo spiazzerà letteralmente e probabilmente riuscirete a ragionare meglio e a trovare una soluzione comune.

  2. Utilizza l’Ascolto Empatico e sintonizzati sullo stesso canale rappresentazionale

    Ancora una volta l’Empatia si rivela essere un’arma utilissima dell’assertività. Se ci caliamo infatti nella parte del nostro interlocutore “difficile” riusciremo per qualche istante a vedere il mondo attraverso i suoi occhi e a sentire la realtà con il filtro delle sue sensazioni. E’ chiaro che avremo un’idea indicativa, non capiremo mai fino in fondo cosa passa per la testa di certe personalità! Tuttavia può bastare per riuscire a gestire la situazione, infatti “sintonizzandoci” sull’altro e più precisamente sul suo canale di rappresentazione della realtà (Visivo, Auditivo o Cinestesico… se ti piacerebbe approfondire l’argomento leggi il post: Con quale dei 5 sensi interpreti la realtà?) riusciremo a rendere più omogenee le rispettive percezioni sensoriali (vista, udito, olfatto...ecc.) conferendo così più enfasi al nostro discorso e portando la negoziazione ad una soluzione ottimale: “Vedi ciò che intendo dire?”, “Ti sento”, “Questo non si adatta al mio gusto”.

  3. Impara l’Arte del “Duello Assertivo” e previeni le sue Mosse

    La soluzione furba è: segui la corrente ma mantieni il pieno controllo della situazione! Ciò significa che dobbiamo far credere al nostro interlocutore difficile che sia lui a condurre il gioco e a decidere velocità e stile ma nel medesimo tempo noi non lo seguiremo perché saremo fermi nelle nostre convinzioni, pur senza mai dimostrare opposizione. In fin dei conti è questo l’obiettivo dell’assertività: farsi valere senza per forza prevaricare gli altri. Ok, belle parole, ma tradotte in pratica? L’arte del Duello Assertivo mira proprio ad avere sempre un vantaggio sul nostro interlocutore prima di essere attaccati, e ciò significa giocare d’anticipo e prevenire le sue mosse. Quindi nel momento in cui ti si presenta il soggetto difficile, anticipa il problema e chiedi se c’è qualcosa che non va. Lui si sentirà subito importante e apprezzerà il fatto che tu te ne sia preoccupato, si sfogherà, lo lascerai parlare, ma avendo instaurato a priori un contatto empatico, avrai la situazione in pugno e ne uscirai vincitore, facendo credere all’altro che invece fosse lui a condurre il gioco.

  4. Modalità Problem Solving: ON!

    Questo punto dal titolo scherzoso è per dirvi: concentrate i vostri sforzi sulla soluzione concreta del problema, piuttosto che nel cercare di contrastare la personalità difficile che vi sta sfidando. Gestire i rapporti interpersonali conflittuali con assertività significa proprio questo, che mentre loro vanno in escandescenza e perdono il senno della ragione, voi invece dovete essere molto razionali e individuare subito una soluzione concreta che vada oltre al problema, al fine di trovare un punto di incontro comune che riporti ordine e tranquillità. In breve: pensa velocemente, fai esplodere un brain storming emozionale di idee nella tua mente e scatena il tuo problem solving, ma esternamente mostrati sempre calmo e tranquillo per avere il pieno controllo della situazione.

  5. Imposta il tuo Self-Control ai massivi livelli

    Tutto quello che vi ho consigliato nei punti precedenti, non funziona se il vostro autocontrollo non è ben tarato. Ciò vuol dire che se il nostro interlocutore difficile da gestire va fuori dai gangheri e non sente ragioni, rispondergli a tono e porsi al suo stesso livello, di certo non farà di voi delle persone assertive. Al contrario, se davvero volete adottare il comportamento assertivo e godere dei suoi enormi vantaggi, dovrete dimostrarvi sempre molto tranquilli, avendo il pieno controllo della situazione. In fin dei conti la forza e il potere dell’assertività è anche questo: il fatto che avrete sempre il totale controllo della vostra mente e delle vostre capacità, essendo l’irrazionalità un modus operandi completamente estraneo al mondo assertivo.

 

guida-gratis-empatia-assertività

 

Conclusioni

A tutti noi è capitato di trovarci a che fare con personalità difficili da gestire, che spesso e volentieri turbano la nostra tranquillità e ci rovinano le giornate. Ora avete 5 tattiche utili per fronteggiarle con successo e per rendere la vostra comunicazione ancora più assertiva ed efficace.

La prossima volta quindi che vi troverete nel bel mezzo di uno scontro conflittuale, non reagite di impulso e in modo irrazionale, ma piuttosto fate il pieno di razionalità e tenete bene a mente il concetto di PROBLEM SOLVING Assertivo:

 

Non permettere mai a nessuno di calpestarti o di ledere la tua autostima. Ricorda che i veri Vincitori non sono coloro che reagiscono alle difficoltà con Passività o Aggressività, ma al contrario, con fare Assertivo, sono fautori ed ideatori di soluzioni costruttive ed efficaci, che mirano al benessere loro e di tutta la collettività.

 

Vi piacerebbe saperne di più in merito alle tecniche di Comunicazione Assertiva e all’ Empatia? Potrete approfondire l’argomento partecipando al mio nuovo roadshow dedicato a questa affascinante tematica:

Comunicazione Assertiva

corso-comunicazione-assertiva

 

Ci vediamo in aula per svelare tutti i segreti del Comportamento Assertivo ed Empatico!

Pensa in Grande!

Alessandro Ferrari

 

Categorie: Assertività

condividi su whatsapp