public speaking

 

“Public Speaking”, un'espressione che genera ansia in molte persone, quasi un irrefrenabile desiderio di scappare, o sbaglio? 

Quando iniziai a lavorare come formatore, ormai 10 anni fa, dedicai molto tempo ad esercitarmi sul perfezionamento della dizione, sulla respirazione diaframmatica e sulla modulazione vocale, pensando fossero gli aspetti più importanti per tenere un discorso in pubblico.

Davanti allo specchio di casa era sempre tutto perfetto, ma una volta salito sul palco mi sentivo pervadere da una strana sensazione di insicurezza misto terrore. Le mani sudavano, le gambe tremavano, la voce si faceva altalenante e la concentrazione veniva meno.

Ben presto riuscii a capire che una buona preparazione tecnica di base non guastava, ma che risultava ancor più determinante riuscire a superare l'inibizione e liberare la propria anima.

Ora amo parlare al mio pubblico e sono perfettamente a mio agio in qualsiasi circostanza.

 

COME PARLARE IN PUBBLICO SEGUENDO 5 MOSSE

“Che cosa facciamo”, “che cosa diciamo” e “come lo diciamo”, sono i fattori chiave di cui dobbiamo tenere conto quando la platea ci chiama, al di là degli artifici.

In questo articolo vorrei darvi alcuni suggerimenti per migliorare le vostre Tecniche Public Speaking, frutto della mia diretta esperienza professionale. Vediamoli insieme!

 

Public Speaking

 

1. Rompere il Guscio dell'Imbarazzo

Uno dei problemi più grandi che dovete risolvere quando vi trovate a parlare davanti agli altri è quello della tensione. Non è facile essere naturali davanti a un uditorio, gli attori lo sanno bene.

Da piccoli, all'età di 4-5 anni, sareste stati in grado di salire su qualsiasi palco e parlare in modo spontaneo al pubblico davanti a voi. Adesso, invece, siete rigidi e meccanici, vi chiudete nel vostro guscio per proteggervi dall'imbarazzo.

Non dovete mutare la vostra personalità, ma rimuovere gli ostacoli, ritrovando la naturalezza tipica dell'infanzia. Dovete esprimervi come esseri umani, non come robot dalla voce metallica.

Quando riuscirete a lasciarvi andare in presenza di un gruppo composto da pochi membri, poi farete lo stesso di fronte a una vasta platea, l'importante è rompere il ghiaccio. L'improvvisa sensazione di libertà che si prova è fantastica, fidatevi.

Se ci pensate, perché la gente si reca al cinema o al teatro? Per vedere altre persone che esprimono la loro interiorità senza alcuna riserva. Cosa c'è di più emozionante?

 

2. Essere se Stessi, Evitando di Imitare gli Altri

Tutti noi restiamo affascinati dagli oratori che riescono a tenere il palco recitando con enfasi, al di là dei concetti veicolati. Molto, infatti, dipende dal modo in cui ci si esprime e non da quel che si dice. Ogni persona, e quindi ogni oratore, dovrebbe credere maggiormente nella propria unicità, cercando di svilupparla al meglio.

Come diceva Henry Ford “Tutte le Ford sono assolutamente uguali, ma non esistono due uomini assolutamente uguali!”

Nessun essere umano al mondo è uguale a voi, nessuno vi assomiglia in modo perfetto, nessuno utilizzerà la vostra vocalità, e di questo dovreste esserne orgogliosi.

Difendete la vostra individualità, credete in voi stessi, non invidiate gli altri, non imitateli. E ancora, fatevi promotori di voi stessi, aumentate il vostro livello di autostima, trovate un'esclusiva chiave per il successo.

 

3. Conversare DAVVERO con l'Uditorio

Molto spesso ci si prepara un discorso che sembra avere tutte le carte in regola, un filo logico e contenuti di qualità, poi non si riesce a catturare l'attenzione del pubblico in sala.

Vi siete mai chiesti il motivo? Beh, probabilmente vi limitate a sciorinare frasi con tono freddo e distaccato. Così facendo non otterrete di certo consensi! Le persone devono sentire parole che vengono direttamente dalla mente e dal cuore, devono sentirsi trasmettere emozioni.

Un Public Speaking moderno richiede la stessa immediatezza, forza ed energia che si avrebbe in una conversazione tra amici, come se si parlasse individualmente a ogni persona presente.

L'unico modo per acquisire questa competenza è l'esercizio costante.

Quando vi trovate sul palco, individuate mentalmente una persona seduta nelle ultime file, la più disattenta del gruppo. Dimenticate la presenza degli altri e concentratevi solo su di essa. Immaginate che vi abbia posto una domanda e cercate di soddisfare la sua curiosità.

Un altro metodo efficace consiste nel porre una domanda ai vostri ascoltatori creando un po' di mistero, per poi passare alla risposta tanto attesa.

Queste potrebbero essere valide strategie per interrompere un noioso monologo e apparire più immediati, che ne dite di provare?

 

4. Mettere Passione in Ciò che si Dice

Quando esprimiamo entusiasmo, calore e passione, affiora la nostra vera identità. Metteteci sempre il cuore in ciò che dite e il successo sarà garantito. Davanti a una platea è fondamentale esprimere i propri sentimenti, se si vuole lasciare il segno ed essere ricordati. Dovete dar vita a una “storia d’amore” tra voi e il vostro uditorio. Questo consiglio può sembrare superficiale, quasi scontato, ma non lo è affatto, anzi, è la base da cui partire.

 

5. Rendere la Voce Forte e Flessibile

Quando ci troviamo a comunicare davanti a un pubblico in sala, entrano in scena i vari elementi del linguaggio del corpo e del linguaggio paraverbale. Ad esempio, agitiamo le braccia, facciamo diverse espressioni facciali, assumiamo diverse pose, cambiamo continuamente il tono di voce, parliamo più o meno velocemente.

Le cosiddette modulazioni vocali sono direttamente influenzate dal nostro stato d'animo.

Finora, vi ho consigliato di assumere un comportamento naturale e spontaneo, ma non dimentichiamoci che anche la tonalità, il ritmo e la dizione sono aspetti da tenere in considerazione ai fini dell'efficacia del discorso.

A tal proposito, potreste registrare la vostra voce con l'aiuto di un dispositivo e ascoltarvi attentamente diverse volte, cercando di individuare gli errori più gravi.

I nostri obiettivi, quindi, saranno due. Da un lato dobbiamo essere in grado di esprimere al meglio le nostre emozioni, dall'altro dobbiamo migliorare gli aspetti tecnici del discorso.

Rendere la voce forte e flessibile è fondamentale se vogliamo rispettare le regole d'impatto.

 

public-speaking

 

Conclusioni

Spero che l'articolo di oggi sia stato non solo interessante, ma anche utile e costruttivo.

Il Public Speaking prevede dinamiche davvero complesse, me ne rendo conto, ma se riuscirete ad affrontare le difficoltà con determinazione e disciplina arriverete in alto. Non fatevi sopraffare dalla paura, ma lavorate su voi stessi e sul raggiungimento dei vostri obiettivi. Una volta aperta la gabbia, vi sentirete uccelli liberi di intraprendere nuove avventure.

Mi piacerebbe conoscere la vostra opinione, perciò vi invito a lasciare un commento nello spazio sottostante. 

 

Nel frattempo, scaricate il mio esclusivo e-Book gratuito dedicato alla Comunicazione Vincente. 

 guida-gratis-comunicazione-vincente

 

Pensa in Grande!

Alessandro Ferrari

 

Categorie: Public Speaking

condividi su whatsapp

Potrebbero interessarti anche