RESILIENZA: TOCCARE IL FONDO FA BENE!

RESILIENZA: TOCCARE IL FONDO FA BENE!

Potrebbe sembrare una provocazione, ma non lo è affatto. Avete mai sentito parlare della RESILIENZA?

Riuscite a ricordare cosa vi è successo ogni volta che avete toccato il fondo?

Il dolore non ci lascia mai come ci ha trovati!

Quante volte abbiamo visto persone, scoprire di essere gravemente ammalate, trovare la forza e la determinazione per affrontare e vincere la malattia, iniziando anche ad amarsi di più, ad apprezzare la vita e a sorridere ogni giorno?
Tutto questo è riuscito grazie a delle buone tecniche di resilienza.

Quante volte abbiamo visto persone, perdere il lavoro e trovare finalmente il coraggio di rispolverare dal cassetto i loro sogni e creare l’attività dei loro desideri?

Quante volte abbiamo visto persone soffrire per essere state lasciate dalla persona amata, ritrovare la voglia di
rimettersi in gioco, diventando persone migliori e avvicinare finalmente la persona giusta?

Siamo esseri abitudinari e abbiamo difficoltà a uscire da quella che gli americani chiamano “comfort zone”.

Per quanto possa sembrare triste, ci si abitua anche all’infelicità, alla sofferenza e al dolore.

Toccare il fondo, spesso ci risveglia da questa “anestesia emozionale” spronandoci a tirare fuori il meglio di noi stessi,
che è sempre stato li, solo anestetizzato dalle nostre abitudini.

Toccare il fondo sprona le persone a ritrovare tutto lo slancio vitale per iniziare finalmente a vivere la vita che desiderano e meritano.

La buona notizia è che possiamo fare tutto questo ora e senza aspettare necessariamente di toccare il fondo.

Riprendete in mano la vostra vita e risvegliatevi dal torpore emozionale.

Non siamo nati per soffrire e combattere ogni giorno, ma siamo su questa terra per essere felici e per godere di tutte le cose meravigliose che ogni giorno la vita ci offre.

Ogni giorno ci vengono donati 86.400 secondi, sta solo a noi riempirli di gioia, di felicità e di amore.

 

Perché rimandare ciò che si può fare oggi a un momento lontano?

Perché rinunciare a vivere al meglio oggi?

Perché rimandare a quando si sarà vecchi?

Riempite le vostre giornate di colore.

 

Inseguite il meglio che ogni singolo giorno può darvi.

E se passa una opportunità afferratela

E’ facilissimo tormentarsi all’infinito sugli errori commessi in passato.
Troppe persone vivono nel passato piuttosto che amare il presente e costruire un futuro migliore.

Imparate a scoprire un lato umoristico in tutte le situazioni.
Imparate a ridere di voi stessi, delle situazioni che vivete e a prendervi meno sul serio.
Imparate a dire ogni giorno alle persone che amate, quanto le amate, perché un giorno non ci saranno più e non potrete più farlo.
Perdonate!
Si può perdonare senza perdere la dignità e il rispetto di sè.

Quando è stata l’ultima volta che avete fatto qualcosa per la prima volta?

Quando faccio questa domanda durante i miei seminari, ci sono persone che neanche ricordano quando hanno fatto qualcosa di nuovo per la prima volta.

 

Il destino non esiste, lo creiamo noi, ogni giorno con le nostre scelte e i nostri pensieri.

Iniziamo a fare i pensieri giusti e le scelte giuste e la nostra vita inizierà a riempirsi di gioia, passione e felicità.

Abbiamo noi in mano i colori per dipingere la tela della nostra vita.

Possiamo continuare a riempire la tela di innumerevoli sfumature di grigio oppure, di colori caldi, gioiosi e brillanti.
Sta solo a noi scegliere.

Assumiamoci la responsabilità di ciò che ci accade e iniziamo a riprendere il controllo della nostra vita.

Ricordatevi! Potete scegliere in ogni istante della vostra vita se dare una pennellata di grigio o riempire la tela di colori brillanti.

Ci sono tanti modi per reagire alle difficoltà e per diventare più forti; Uno di questi è senza dubbio lavorare molto sulla propria AUTOSTIMA.

LEGGI ANCHE: La Comunicazione Assertiva

Pensa in Grande!

Alessandro Ferrari


Author: Alessandro FerrariAutore, Imprenditore e Formatore esperto in Comunicazione, Tecniche di Vendita e Inbound Marketing.

1 commento su “RESILIENZA: TOCCARE IL FONDO FA BENE!

  1. Pingback: UN METODO INFALLIBILE PER AFFRONTARE LE DIFFICOLTÀ CON RESILIENZA - Alessandro Ferrari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *