Personal branding, 4 consigli per brillare nel 2019

Ne parlano in tanti, ma in pochi casi viene fatto in maniera efficace. Il personal branding è il modo in cui un professionista, di qualsivoglia settore, può promuoversi, rendendo chiaro quali siano i suoi valori e le sue capacità. È una parte molto importante per avere successo nel proprio panorama professionale, ma affinché ciò accada bisogna avere ben definito il proprio posizionamento commerciale.

Cosa significa nella pratica “fare personal branding”? E quali sono i trucchi per farlo al meglio? Ecco 4 consigli per la tua strategia 2019!

1 - Scopri cosa ti rende unico e diverso dalla concorrenza

Un professionista per avere successo deve sapersi distinguere dai suoi competitor e offrire ai propri clienti qualcosa di unico: il proprio valore. In quali settori lavori maggiormente? Come hai fatto a ottenere determinati risultati? Dove hai avuto un impatto maggiore? Esegui una rapida analisi del tuo percorso professionale e riuscirai ad individuare i tuoi punti di forza, quelli che ti possono rendere migliore dei competitors agli occhi del pubblico.

Per far ciò potresti aver bisogno di sapere anche chi sono i tuoi clienti ideali (i tuoi buyer persona), perché in genere scelgono te, quali sono (a loro avviso) i tuoi plus e le cose su cui, al contrario, potresti ancora migliorare.

La tua esperienza, unita a quella vissuta dai tuoi clienti dovrebbe aiutarti a delineare la tua Unique Value Proposition… ovvero ciò che ti rende unico!

Fatto ciò sarà più facile individuare i tuoi obiettivi e in che modo raggiungerli.

2 - Comunica in modo univoco sui canali giusti

Una volta capito “chi sei” e a chi ti rivolgi, non ti resta che capire in che modo comunicare il tuo valore. Prendi di nuovo in esame i tuoi clienti ideali. Navigano spesso sul web? Frequentano i social? Se si, quali? Rispondendo a tutte queste domande sarai in grado di individuare i canali di comunicazione migliori per far conoscere il tuo brand… sia online che offline!

Per ogni canale che utilizzerai, dovrai plasmare la tua comunicazione in modo da adattarla ai contesti diversi, ma mantenendo lo stesso messaggio di base.

Una comunicazione allineata, è fondamentale per rendere più chiara e credibile la tua professionalità: non puoi sapere a priori attraverso quali canali un tuo potenziale cliente o partner si approccerà con il tuo marchio. Per questo è importante essere allineati su tutti i canali.

3 - Mettici la faccia

Affinché le persone imparino a conoscere in maniera approfondita il tuo marchio e a comprendere il tuo valore unico, è importante che sappiano direttamente da te di che cosa si tratta. 

Raccontare esperienze, disavventure e casi studio (ad esempio attraverso un blog) è un’ottima strategia affinché ciò accada. L’esperienza maturata in anni di sforzi deve essere il tuo biglietto da visita, metterci direttamente la faccia è una buona scelta per trasmettere al tuo pubblico fiducia e autorevolezza. 

4 - Coltiva il tuo network

All’inizio il tuo marchio è noto solamente alle persone con cui interagisci in maniera diretta. Affinché si propaghi anche in maniera “indiretta”, è importante coltivare il proprio network di conoscenze, partecipando o collaborando a eventi o appuntamenti o ad altre iniziative (online e offline) che possano essere attinenti alla tua attività o agli interessi del tuo pubblico.

Potresti ad esempio partecipare a fiere di settore, essere presente ad eventi locali, tenere conferenze… Tutto ciò ti aiuterà ad avvicinarti alla tua community.

 

Per avere maggiori informazioni su come comunicare il tuo marchio in maniera efficace, scarica la guida gratuita!

 guida-gratis-comunicazione-vincente

Categorie: Comunicazione Vincente, Personal Branding

condividi su whatsapp

Potrebbero interessarti anche