Il potere della comunicazione paraverbale: i 4 vantaggi che non conoscevi

Comunicazione paraverbale i 4 vantaggi che non conoscevi

Sappiamo tutti che la comunicazione è importante. Dopo tutto, è la pietra miliare dell’interazione umana. Ma sapevate che la comunicazione non si limita alle parole che si usano? È emerso che il modo in cui si pronunciano le parole (tono, volume, ecc.) è importante quanto le parole stesse. Questo fenomeno si chiama comunicazione paraverbale e può avere un enorme impatto sulle relazioni personali e professionali.

La comunicazione paraverbale: cos’è e cosa dice la ricerca?

Vi siete mai chiesti come fanno due persone a conversare senza usare parole? Si chiama comunicazione paraverbale ed è una parte fondamentale di qualsiasi interazione sociale.

Ora faremo un’immersione profonda in cosa è la comunicazione paraverbale, come funziona e cosa dicono le ricerche sulla sua importanza.

Cominciamo!

La comunicazione paraverbale è la comunicazione non verbale che accompagna il discorso. Include caratteristiche come il volume, il ritmo, l’intonazione e l’intonazione.

Gli indizi paraverbali sono una parte importante della comunicazione perché possono trasmettere informazioni sullo stato emotivo, sulle intenzioni e sugli atteggiamenti di chi parla.

Ad esempio, se qualcuno parla velocemente e con voce acuta, potrebbe sentirsi nervoso o eccitato. Gli indizi paraverbali possono anche aiutare gli ascoltatori a capire ciò che l’oratore sta dicendo, fornendo il contesto e l’enfasi.

Per esempio, se qualcuno alza la voce alla fine di una frase, forse sta facendo una domanda

Sebbene i segnali paraverbali siano una parte importante della comunicazione, la ricerca ha dimostrato che spesso sono più importanti per le donne che per gli uomini.

Questo probabilmente perché la società dà più importanza all’aspetto e alle maniere delle donne che a quelle degli uomini.

Di conseguenza, ci si aspetta che le donne siano più espressive e usino più gesti quando parlano.

Gli uomini, invece, dovrebbero essere più riservati e utilizzare meno spunti paraverbali quando comunicano

N.B. Approfondiremo dettagliatamente le differenze tra uomo e donne sull’utilizzo della comunicazione paraverbale nella parte conclusiva di questo articolo

Non sorprende che il modo in cui utilizziamo i segnali paraverbali vari da una cultura all’altra. Nelle culture collettiviste (come molte culture asiatiche), i parlanti usano meno segnali paraverbali rispetto alle culture individualiste (come quella nordamericana).

Questa differenza è probabilmente dovuta al fatto che le culture collettiviste danno più importanza all’armonia del gruppo che all’espressione individuale.

La comunicazione paraverbale quindi è una parte importante di qualsiasi interazione sociale. Include caratteristiche come il volume, il ritmo, l’intonazione e l’intonazione che possono trasmettere informazioni sullo stato emotivo, sulle intenzioni e sugli atteggiamenti di chi parla.

Sebbene gli indizi paraverbali siano una parte importante della comunicazione, la ricerca ha dimostrato che spesso sono più importanti per le donne che per gli uomini e il modo in cui usiamo gli indizi paraverbali varia da una cultura all’altra.

Ecco quattro vantaggi della comunicazione paraverbale che forse non avete considerato

1. Maggiore credibilità e affidabilità

Quando si utilizzano segnali paraverbali come una voce ferma e una postura sicura, si appare più credibili e affidabili. È più probabile che le persone credano a ciò che dite e vi prendano sul serio quando comunicate in questo modo. D’altro canto, se si utilizzano segnali che suggeriscono incertezza o nervosismo (parlare in modo esitante, agitarsi, ecc.), le persone saranno meno propense a fidarsi di ciò che si sta dicendo

2. Maggiore influenza e persuasione

Gli indizi paraverbali possono essere utilizzati anche per influenzare e persuadere gli altri. Ad esempio, se volete che qualcuno la pensi come voi, usare un tono calmo e ragionevole vi aiuterà a portarlo dalla vostra parte. D’altra parte, se avete bisogno di affermare voi stessi o di proiettare autorità, usare un tono più deciso vi aiuterà a far capire il vostro punto di vista

3. Miglioramento della comprensione

I segnali paraverbali possono migliorare la comprensione tra i comunicatori, rendendo più chiaro il messaggio. Per esempio, se qualcuno ha difficoltà a capire quello che state dicendo, parlare più lentamente o ripetere i punti chiave lo aiuterà a elaborare meglio le informazioni. Inoltre, se si guardano gli occhi o si annuisce, si può far capire all’ascoltatore che qualcosa è importante e merita attenzione

4. Migliori connessioni

Infine, la comunicazione paraverbale può aiutare a costruire relazioni più forti con gli altri. Quando parliamo con amici o persone care, spesso usiamo spunti informali come lo slang o le battute interne per creare un senso di vicinanza. Allo stesso modo, adottare un tono aperto e amichevole quando si parla con una persona nuova può aiutare a rompere il ghiaccio e a farla sentire più a suo agio con voi

Comunicazione paraverbale: Perché uomini e donne comunicano in modo diverso e cosa significa per il business

Negli affari, una comunicazione efficace è la chiave del successo. Tuttavia, la comunicazione va oltre le parole pronunciate. Esiste anche una comunicazione paraverbale, ovvero il modo in cui pronunciamo quelle parole.

La comunicazione paraverbale comprende fattori come il tono di voce, l’intonazione, il volume, la velocità del discorso e le pause. Questo tipo di comunicazione può essere molto importante per trasmettere il significato e l’intenzione.

Anche nel business, uomini e donne comunicano in modo diverso quando utilizzano i segnali paraverbali.

Comunicazione paraverbale: Uomini e donne

Alcuni studi hanno dimostrato che esistono differenze nel modo in cui uomini e donne comunicano utilizzando i segnali paraverbali. Per esempio, le donne tendono a usare più qualificatori come “credo” o “forse” quando parlano. Inoltre, alla fine delle loro affermazioni, usano più domande come “Ok?” o “Giusto?”

Le donne tendono inoltre ad avere una voce più acuta rispetto agli uomini e di solito parlano più lentamente. Un altro studio ha rilevato che quando agli uomini veniva chiesto di ripetere alla lettera ciò che aveva detto una donna, spesso parlavano a un ritmo più veloce e con una voce più profonda.

È come se cercassero di imitare l’altra persona parlando più velocemente e con un tono più basso

Per quanto riguarda il linguaggio del corpo, sia gli uomini che le donne tendono a utilizzare segnali non verbali simili, come il contatto visivo, le espressioni facciali e i gesti.

Tuttavia, esistono alcune sottili differenze. Ad esempio, le donne tendono a toccarsi di più il viso quando parlano (ad esempio, toccandosi i capelli o giocherellando con i gioielli) e sorridono più degli uomini

Per quanto riguarda le differenze culturali, la ricerca ha dimostrato che ci sono effettivamente alcune differenze notevoli tra il modo in cui le varie culture comunicano utilizzando i segnali paraverbali.

Ad esempio, le persone provenienti da culture collettiviste (ad esempio, le culture latinoamericane) tendono a parlare più forte di quelle provenienti da culture individualiste (ad esempio, le culture nordamericane). Inoltre, usano più gesti per enfatizzare i loro punti.

Implicazioni per la comunicazione aziendale

La comprensione di queste differenze di genere e culturali negli stili di comunicazione può essere utile in un contesto aziendale.

Per esempio, se si cerca di persuadere qualcuno di una cultura collettivista, è meglio alzare leggermente la voce per farsi sentire al di sopra del rumore della stanza.

Potreste anche usare più gesti per enfatizzare. Quando si comunica con una persona di cultura individualista (ad esempio, nordamericana), invece, è importante evitare di parlare a voce troppo alta o di usare troppi gesti, perché potrebbero essere percepiti come comportamenti aggressivi o eccessivamente assertivi.

Cercate invece di parlare a un volume moderato e con meno gesti, in modo da apparire più avvicinabili e disinvolti. Se dovete fare una presentazione a un gruppo di persone di diverse culture, può essere utile variare il vostro stile di presentazione a seconda della composizione culturale del pubblico.

Per esempio, se nella sala ci sono più persone di cultura collettivista, è meglio usare una voce più alta e più gesti per enfatizzare; se ci sono più persone di cultura individualista, è meglio usare una voce più morbida e meno gesti per non apparire troppo aggressivi”

È inoltre importante essere consapevoli delle differenze di genere negli stili di comunicazione quando si interagisce con colleghi o clienti di sesso diverso” Per esempio, “le donne in genere preferiscono uno stile di comunicazione collaborativo, mentre gli uomini preferiscono uno stile più diretto”

È importante non avere idee preconcette sul modo in cui una persona comunica in base al suo sesso o al suo background culturale. “Cercate invece di osservare i loro stili comunicativi individuali, in modo da poter adattare il vostro di conseguenza”

Così facendo, “risulterete flessibili e adattabili, due qualità molto apprezzate nel mondo degli affari di oggi” In conclusione, “la comunicazione paraverbale – il modo in cui diciamo qualcosa – è importante quanto le parole che usiamo”

Le differenze di genere e culturali giocano un ruolo nel modo in cui comunichiamo attraverso il paraverbale, quindi è importante essere consapevoli di queste differenze…” …per ottenere il massimo dalle nostre comunicazioni commerciali”

Conclusioni

La comunicazione non si limita alle parole che si usano. Il modo in cui si pronunciano quelle parole (tono di voce, volume, velocità, ecc.) svolge un ruolo importante nel trasmettere il significato e nel creare un rapporto con gli altri. Questo fenomeno si chiama comunicazione paraverbale e può avere un impatto profondo sulle relazioni personali e professionali. Tenete a mente questi quattro vantaggi la prossima volta che comunicate con gli altri: potrebbero tornarvi utili!

Comunicare & Vendere con Successo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.