Feedback nella Comunicazione: perchè sono Fondamentali

Feedback perchè sono fondamentali nella Comunicazione

La comunicazione è il fondamento di ogni buona relazione, sia tra leader e follower in un contesto aziendale, sia tra partner in una relazione personale. Per avere una comunicazione efficace, è importante capire il ruolo del feedback o feed-back come erroneamente in molti lo scrivono.

Feedback o feed-back: traduzione e uso in Italiano

Feedback è una parola che usiamo spesso in inglese, ma cosa significa in realtà?

Il feedback è l’atto di dare a qualcuno la propria opinione su qualcosa, di solito con l’intenzione di aiutarlo a migliorare.

È un processo bidirezionale, quindi implica anche l’ascolto del feedback degli altri

  • La parola “feedback” deriva in realtà da due parole: “feed” e “back” .
  • La parola “nutrire” è un verbo che significa dare cibo o nutrimento a qualcuno o qualcosa.
  • La parola “schiena” è un sostantivo che si riferisce alla parte posteriore del corpo o alla superficie su cui ci si appoggia.

Insieme, queste parole creano l’immagine di qualcuno che dà nutrimento a un’altra persona che poi lo restituisce

In italiano, la parola che indica il feedback è “riscontro”.

Questa parola è in realtà composta da due parole più piccole: “nutrire” e “restituire”

Nutrire è un verbo che significa dare cibo o nutrimento a qualcuno o qualcosa.

Schiena è un sostantivo che si riferisce alla parte posteriore del corpo o alla superficie su cui ci si appoggia. Insieme, queste parole creano l’immagine di qualcuno che dà nutrimento a un’altra persona che poi lo restituisce

Feedback: i metodi comuni

  • Il feedback può essere dato in molti modi diversi, ma alcuni metodi comuni includono il feedback verbale, il feedback scritto e il feedback non verbale.
  • Il feedback può essere positivo o negativo, ma deve sempre essere costruttivo
  • Il feedback costruttivo è specifico, obiettivo e perseguibile.

Ciò significa che deve riguardare un’area specifica di miglioramento, basarsi su comportamenti o risultati osservabili e fornire chiare linee guida su ciò che deve essere fatto in modo diverso.

Il feedback negativo, invece, è vago, soggettivo e non utile. Spesso assume la forma di critiche o lamentele e non fornisce indicazioni chiare su come migliorare

Quando si dà un feedback, bisogna sempre puntare a essere chiari, concisi e specifici. Il modo in cui si esprime il feedback conta tanto quanto il contenuto, perché il modo in cui si dice qualcosa può essere altrettanto importante di quello che si dice.

Per esempio, evitate di usare termini assoluti come “sempre” o “mai”, che possono sembrare provocatori. È anche importante evitare di fare supposizioni sulle capacità o sulle intenzioni di qualcuno

Dare e ricevere feedback può essere impegnativo, ma è una parte essenziale di una comunicazione efficace. Il feedback ci aiuta a imparare e a crescere, sia personalmente che professionalmente.

Anche se non esiste un modo giusto per farlo, ricordate che essere chiari, concisi e specifici vi aiuterà a dare un feedback che avrà maggiori probabilità di essere ben accolto.

Feedback: significato e definizione

Sappiamo tutti cos’è il feedback, giusto? È quello che riceviamo dagli altri quando facciamo o diciamo qualcosa

.

Può essere positivo o negativo, ma si basa sempre sull’opinione di qualcun altro.

Esistono diversi tipi di feedback, ma ai fini della definizione del feedback (o feed-back come erroneamente alcuni lo scrivono) ci concentreremo su due tipi principali: il feedback costruttivo e il feedback distruttivo

Il Feedback Positivo o Costruttivo

Il feedback costruttivo è un processo in cui un individuo riceve un feedback perspicace, perseguibile e specifico, diretto a migliorare le sue prestazioni.

Il feedback costruttivo deve essere fornito in modo comprensibile all’individuo e deve mirare a migliorare la situazione o il comportamento.

È essenziale che il feedback costruttivo sia tempestivo, chiaro e conciso.

L’obiettivo principale del feedback costruttivo è aiutare l’individuo a imparare e a crescere dall’esperienza. Se fornito correttamente, può essere uno strumento prezioso per l’apprendimento e lo sviluppo.

Il feedback costruttivo non deve essere confuso con la critica negativa, che ha lo scopo di abbattere e umiliare l’individuo. Il feedback costruttivo ha lo scopo di costruire e migliorare le prestazioni dell’individuo.

Se non siete sicuri di come dare un feedback costruttivo, ci sono molte risorse disponibili che possono aiutarvi a imparare a farlo in modo efficace.

Il feedback costruttivo è una parte importante di qualsiasi relazione sana, personale o professionale. Se usato correttamente, può aiutare le persone a raggiungere il loro pieno potenziale.

Il Feedback Negativo o Distruttivo

Il feedback distruttivo, noto anche come feedback negativo, è definito come una critica che ha lo scopo di ferire o sminuire qualcuno e può assumere diverse forme, tra cui l’abuso verbale, l’insulto e i commenti sminuenti.

Può essere diretto a un individuo o a un gruppo e può essere espresso di persona o online. Il feedback distruttivo è spesso usato come un modo per ottenere potere su qualcuno o per affermare il proprio dominio.

Può anche essere una forma di bullismo. In alcuni casi, può anche essere considerato una molestia. Il feedback distruttivo può avere un impatto duraturo su chi lo riceve, facendolo sentire svalutato, non supportato e solo.

Naturalmente, ci sono sempre delle eccezioni a ogni regola e ci possono essere momenti in cui è necessario un feedback distruttivo (ad esempio, se qualcuno ha tenuto un comportamento inappropriato sul lavoro).

Ma in generale, il feedback costruttivo è più utile perché permette alle persone di imparare dai propri errori e di diventare versioni migliori di se stessi.

La prossima volta che siete tentati di dare a qualcuno un feedback distruttivo, chiedetevi se c’è un modo migliore per dire quello che dovete dire.

È probabile che ci sia!

Se siete stati oggetto di un feedback distruttivo, è importante chiedere aiuto a un amico fidato o a un professionista. Meritate di essere trattati con rispetto e dignità.

Il feedback è essenziale per due motivi: in primo luogo, permette a chi parla di sapere come viene recepito il messaggio e, in secondo luogo, offre a chi ascolta l’opportunità di chiarire la propria comprensione del messaggio. Senza feedback sarebbe molto difficile avere una conversazione efficace

Esistono tre diversi tipi di feedback:

il feedback di contenuto, che riguarda il messaggio effettivamente trasmesso;

il feedback di relazione, che ha a che fare con il modo in cui il messaggio è stato trasmesso;

e il feedback di processo, che riguarda la conversazione nel suo complesso

Vediamo più da vicino ognuno di questi tipi di feedback e perché sono così importanti

1. Feedback sul Contenuto

  • Il feedback sui contenuti è un processo in cui viene valutato il messaggio trasmesso dal contenuto. Il feedback può essere positivo o negativo, ma si basa sempre sul messaggio effettivo trasmesso.
  • Il feedback sui contenuti è una parte importante di qualsiasi processo di sviluppo dei contenuti, in quanto aiuta a garantire che i contenuti siano chiari, accurati ed efficaci. Il feedback sui contenuti può provenire da diverse fonti, tra cui redattori, revisori, lettori e utenti.
  • Il feedback sui contenuti deve essere utilizzato per migliorare la qualità dei contenuti e per assicurarsi che essi rispondano alle esigenze del pubblico. Il feedback sui contenuti può essere utilizzato per contribuire allo sviluppo di nuovi contenuti o alla revisione di quelli esistenti.
  • Il feedback sui contenuti può anche essere utilizzato per valutare le prestazioni di un particolare contenuto. Il feedback sui contenuti è una parte essenziale di qualsiasi processo di sviluppo dei contenuti e deve essere utilizzato per migliorare la qualità e l’efficacia dei contenuti.
  • Il feedback sui contenuti riguarda le parole effettivamente pronunciate durante la conversazione.

Questo tipo di feedback è importante perché aiuta a garantire che il messaggio che si voleva trasmettere sia stato effettivamente recepito dall’ascoltatore nel modo previsto

In caso di malintesi, il feedback sui contenuti offre a entrambe le parti la possibilità di chiarirli. Inoltre, se necessario, consente di fornire ulteriori spiegazioni. In poche parole, il feedback sui contenuti assicura che tutti siano sulla stessa lunghezza d’onda

2. Feedback sulle Relazioni

Il feedback relazionale riguarda il modo in cui è stato trasmesso il messaggio. Questo tipo di feedback è importante perché aiuta a creare un ambiente sicuro e aperto per la comunicazione.

Inoltre, consente alle persone di fornire un feedback onesto senza temere ritorsioni. Per fornire un feedback relazionale, è importante innanzitutto comprendere la situazione e le relazioni coinvolte. Una volta che la comprensione è chiara, si può iniziare a elaborare il messaggio.

Quando si fornisce un feedback relazionale, è importante essere chiari, concisi e rispettosi.

Dovete anche evitare di dare consigli o giudizi non richiesti. Se fatto correttamente, il feedback relazionale può aiutare a migliorare la comunicazione e a costruire la fiducia nelle relazioni.Il feedback relazionale riguarda il modo in cui è stato trasmesso il messaggio.

Questo tipo di feedback è importante perché contribuisce a creare un ambiente sicuro e aperto per la comunicazione. Inoltre, consente alle persone di fornire un feedback onesto senza temere ritorsioni

Le buone relazioni si basano sulla fiducia, sul rispetto e sulla comprensione. Se manca uno di questi tre elementi, la relazione ne risentirà. Ecco perché il feedback relazionale è così importante: aiuta a identificare le aree in cui è possibile migliorare

3. Feedback di Processo

Il feedback di processo riguarda la conversazione nel suo complesso. Questo tipo di feedback è importante perché aiuta a garantire che entrambe le parti siano a proprio agio con l’andamento della conversazione.

Inoltre, consente di chiarire se una delle parti ritiene di non essere stata ascoltata o compresa. Il feedback sul processo deve essere fornito regolarmente durante la conversazione, e non solo alla fine.

In questo modo si garantisce che entrambe le parti siano sulla stessa lunghezza d’onda e si prevengono eventuali malintesi.

Se non siete sicuri di come dare un feedback sul processo, un buon punto di partenza è dire qualcosa del tipo: “Voglio essere sicuro di aver capito bene. Lei ha capito che…”. Il feedback di processo è una parte essenziale di ogni conversazione, quindi assicuratevi di usarlo spesso!

Il feedback di processo riguarda la conversazione nel suo complesso.

Questo tipo di feedback è importante perché aiuta a garantire che entrambe le parti siano a proprio agio con l’andamento della conversazione. Permette inoltre di chiarire se una delle parti ha la sensazione di non essere ascoltata o compresa

Tutti e tre i tipi di feedback sono importanti per una comunicazione efficace.

Dando e ricevendo regolarmente feedback, si possono costruire relazioni solide basate su fiducia, rispetto e comprensione. Il feedback consente anche di chiarire eventuali malintesi e assicura che tutti siano sulla stessa lunghezza d’onda.

Quindi, la prossima volta che avete una conversazione, assicuratevi di dare (e chiedere) spesso un feedback!

Il Feedback in ambito lavorativo

Il feedback è una parte fondamentale di qualsiasi ambiente di lavoro. Aiuta le persone a capire cosa stanno facendo bene e dove possono migliorare. Il feedback è anche una preziosa opportunità per i manager di dare ai dipendenti indicazioni e consigli.

Tuttavia, dare un feedback può essere difficile ed è importante farlo in modo costruttivo e utile.

Quando si dà un feedback, è importante essere specifici.

Commenti generici come “Ottimo lavoro” o “Devi migliorare” non sono utili. Concentratevi invece su comportamenti o azioni specifiche che avete osservato.

Ad esempio, “Ho notato che oggi sei stato molto paziente con i nostri clienti” o “Ho notato che sei intervenuto alla riunione anche se eri nervoso” Questo aiuterà la persona che riceve il feedback a capire cosa sta facendo bene e cosa può migliorare.

È anche importante evitare di dare troppi feedback in una volta sola.

Se si cerca di trattare troppi argomenti, la persona che riceve il feedback probabilmente ricorderà solo alcuni dei punti. È meglio concentrarsi su una o due aree alla volta. Infine, evitate di usare un linguaggio negativo quando date un feedback. Ad esempio, invece di dire “Non hai fatto un buon lavoro”, provate a dire “Ci sono alcune aree su cui possiamo lavorare insieme”

Usando un linguaggio positivo, aiuterete la persona che riceve il feedback a sentirsi motivata a migliorare, anziché scoraggiarsi. Il feedback è una parte essenziale di qualsiasi ambiente di lavoro e, seguendo questi consigli, potrete assicurarvi che il vostro feedback sia costruttivo e utile.

Le 5 Tecniche per rispondere a Feedback negativi

Riconoscete il feedback e ringraziate la persona che si è presa il tempo di fornirlo. Questo dimostra che siete aperti ad ascoltare ciò che hanno da dire e che apprezzate il loro contributo.

Cercate di capire le motivazioni alla base del feedback. Viene dal desiderio di aiutarvi a migliorare o è semplicemente un modo per esprimere le proprie frustrazioni? Se riuscite a capire che il feedback proviene dal desiderio di aiutarvi, allora potrete essere più ricettivi.

Non prendete il feedback sul personale. Non si tratta di voi come persona, ma del vostro lavoro o delle vostre idee. Cercate di distaccarvi emotivamente, in modo da poterlo vedere per quello che è.

Utilizzate il feedback come un’opportunità per imparare e crescere. Fate domande su ciò che l’interlocutore ritiene migliorabile e su come avrebbe agito diversamente. Utilizzate queste informazioni per modificare il vostro lavoro o il vostro modo di pensare.

Rispondete in modo positivo, anche se il feedback era negativo. Ringraziate nuovamente la persona per il suo contributo e fatele sapere che avete preso in considerazione i suoi suggerimenti. In questo modo dimostrerete di essere aperti alle critiche costruttive e di essere disposti a cambiare sulla base di esse.

Qual’è il significato del Feedback nel web?

  • il feedback nel web è un processo attraverso il quale viene dato un riscontro a una persona o a un gruppo sul suo prodotto o sulle sue prestazioni lavorative.
  • Il feedback può essere positivo o negativo, ma di solito è inteso come costruttivo.
  • Il feedback può essere dato in vari modi, ma spesso è più efficace quando è specifico, tempestivo e perseguibile _

Una delle forme più comuni di feedback nel web sono i commenti a un articolo o a un post di un blog.

Questi commenti possono fornire indicazioni preziose su come i lettori rispondono ai contenuti. I commenti possono anche essere lasciati sul lavoro di altre persone, come video o foto. Il feedback può essere dato anche attraverso i social media, come Twitter o Facebook.

In molti casi, il feedback può essere dato direttamente alla persona o al gruppo che ha creato il contenuto

Il feedback è una parte vitale del web, in quanto aiuta a migliorare la qualità dei contenuti e a garantire che gli utenti ottengano ciò che desiderano dai siti web che visitano.

Tuttavia, il feedback deve essere sempre costruttivo e rispettoso. Quando si dà un feedback, ricordarsi sempre di concentrarsi sul lavoro in sé e non sulla persona che lo ha creato.

Come rispondere ai commenti negativi ricevuti sui social

È inevitabile. Per quanto perfetta possa essere la vostra vita o la vostra attività, prima o poi riceverete un commento negativo sui social media.

Sebbene sia importante rispondere a tutti i commenti, sia positivi che negativi, è particolarmente importante rispondere ai commenti negativi in modo educato e professionale.

Ci sono alcune regole di base da seguire quando si risponde ai commenti negativi. Innanzitutto, rispondete sempre rapidamente.

Più si aspetta, più è probabile che la conversazione vada fuori controllo. In secondo luogo, evitate di mettervi sulla difensiva. È importante ascoltare le parole dell’interlocutore e riconoscere le sue preoccupazioni.

In terzo luogo, se possibile, non parlate con l’interlocutore.

Se la persona è arrabbiata o sconvolta, è probabile che si calmi se siete disposti a parlare con lei da soli. Infine, non cancellate i commenti negativi. In questo modo darete solo l’impressione di voler nascondere qualcosa.

Naturalmente, ogni situazione è diversa, quindi è importante usare il proprio giudizio quando si risponde a commenti negativi sui social media. Tuttavia, seguendo queste linee guida di base, potete assicurarvi di rispondere sempre in modo educato e professionale.

Perchè non bisogna avere paura dei Feedback negativi?

È naturale voler essere apprezzati e accettati dagli altri.

Dopo tutto, gli esseri umani sono creature sociali e hanno bisogno di interagire con gli altri per sopravvivere. Tuttavia, questo significa anche che siamo costantemente esposti al rischio di essere rifiutati.

Non c’è da stupirsi, quindi, se molti di noi vivono evitando qualsiasi situazione in cui potrebbero ricevere un feedback negativo.

Tuttavia, ci sono diversi buoni motivi per non avere paura di un feedback negativo. Innanzitutto, può aiutarvi a migliorare le vostre prestazioni.

Se vi dicono sempre e solo che state facendo un ottimo lavoro, è difficile capire dove dovete migliorare. D’altra parte, se vi vengono rivolte critiche costruttive, potete lavorare per correggere le aree in cui dovete migliorare.

In secondo luogo, il feedback negativo può aiutarvi a diventare più spessi. Se vi preoccupate costantemente di ciò che gli altri pensano di voi, è molto facile che vi arrabbiate o addirittura vi deprimete quando qualcuno vi dice qualcosa di negativo.

Tuttavia, se siete abituati a ricevere feedback negativi, allora non vi spaventeranno più di tanto e sarete in grado di ignorarli più facilmente. Infine, il feedback negativo può aiutare a costruire relazioni.

Se cercate sempre di compiacere gli altri e di evitare qualsiasi conflitto, è probabile che le persone vi vedano come un buono a nulla. Se invece siete disposti a farvi valere e a partecipare a un sano dibattito, le persone vi rispetteranno di più e saranno più propense a lavorare con voi.

Quindi, la prossima volta che vi viene presentato un feedback negativo, non temetelo o rifiutatelo immediatamente. Fate invece un passo indietro e valutate se possa essere utile in qualche modo. Potreste rimanere sorpresi di quanto possa essere utile.

Le 5 Regole fondamentali per Feedback costruttivi

Il feedback costruttivo è una componente necessaria di qualsiasi relazione sana – romantica, platonica o di altro tipo. Senza di esso, non avremmo modo di comunicare le nostre esigenze o di affrontare le aree di miglioramento.

Tuttavia, dare un feedback può anche essere complicato. Se non è fatto correttamente, può facilmente portare a sentimenti feriti o a conflitti.

Ecco cinque consigli per dare un feedback costruttivo nelle relazioni

1. Essere specifici.

Quando si dà un feedback, è importante essere il più specifici possibile. In questo modo, l’interlocutore capirà chiaramente cosa state cercando di dire. Per esempio, invece di dire “sei sempre breve con me”, provate a dire “mi sembra che ultimamente tu sia breve con me quando parliamo al telefono”

2. Evitate di giudicare o fare supposizioni.

Il feedback costruttivo deve riguardare il comportamento o l’azione in sé, non la persona che lo compie. Per esempio, invece di accusare il vostro partner di essere “sempre in ritardo”, provate a spiegargli come vi fa sentire il suo ritardo

Usate le affermazioni “io”.

Sulla stessa linea, l’uso delle affermazioni “io” è un ottimo modo per evitare di sembrare giudicanti o critici. Ad esempio, invece di dire “non aiuti mai in casa”, provate a dire “ho davvero bisogno di aiuto in casa”

Fate attenzione ai tempi e alla consegna.

Il modo in cui si fornisce un feedback è importante quanto il feedback stesso. Evitate di farli saltare fuori all’improvviso e cercate invece di avere una conversazione calma e razionale quando entrambe le parti si sentono bene e non c’è la possibilità che le cose si scaldino

Concentratevi sulle soluzioni e sui cambiamenti positivi.

Quando è possibile, cercate di inquadrare il vostro feedback in modo da promuovere un cambiamento positivo, anziché limitarvi a sottolineare ciò che non va.

Come motivare i Collaboratori con Feedback Positivi

Dare un feedback positivo è un ottimo modo per aiutare i collaboratori a sentirsi apprezzati e motivarli a continuare a fare un ottimo lavoro.

Quando date un feedback, cercate sempre di essere chiari, concisi e specifici. Evitate commenti generici come “buon lavoro” o “ottimo lavoro”

Concentratevi invece su ciò che la persona ha fatto e che avete trovato utile o impressionante.

Per esempio, potreste dire: “Apprezzo molto l’attenzione che hai prestato ai dettagli in questo progetto” o “Sono impressionato dalla rapidità con cui hai portato a termine questo compito”

Il feedback deve essere Specifico

Dare un feedback specifico aiuterà i vostri collaboratori a capire cosa hanno fatto bene e a dare loro indicazioni per i progetti futuri.

Oltre a essere specifici, è importante anche essere obiettivi quando si dà un feedback. Evitate di esprimere giudizi di valore sul carattere o sulle capacità della persona.

Ad esempio, non dite “sei così intelligente” o “sei un gran lavoratore” Questi tipi di commenti possono mettere a disagio la persona e possono essere difficili da rispettare.

Concentratevi invece sul comportamento o sull’azione che avete osservato. Per esempio, potreste dire: “Ho notato che sei stato in grado di risolvere quel problema rapidamente” o “Ho notato che hai lavorato a questo progetto fino a tarda notte”

Questo tipo di osservazioni oggettive aiuterà il collaboratore a sentirsi apprezzato senza metterlo sotto pressione.

Infine, assicuratevi sempre di dare un feedback in modo tempestivo.

Se aspettate troppo, il vostro collaboratore potrebbe non ricordare cosa ha fatto di lodevole. Se invece il feedback viene dato troppo presto, il collaboratore potrebbe non avere avuto abbastanza tempo per riflettere sul suo lavoro.

Pertanto, è importante trovare un equilibrio tra dare un feedback immediato e aspettare la fine del progetto.

Per esempio, se notate qualcosa di lodevole all’inizio del progetto, potreste dire qualcosa come “Apprezzo molto la tua organizzazione”, ma se volete aspettare la fine del progetto per dare un feedback, potreste dire qualcosa come “Ottimo lavoro per portare questo progetto a una conclusione positiva”

Dare un feedback tempestivo e specifico aiuterà i vostri collaboratori a sentirsi apprezzati e motivati a fare un ottimo lavoro in futuro.

Partner e Figli: come dare Feedback positivi

Dare un feedback positivo è un’abilità importante in qualsiasi relazione, che sia con il partner, con un figlio, con un amico o con un collega.

Può essere facile essere presi dalla critica di ciò che qualcuno fa di sbagliato, ma prendersi il tempo per sottolineare ciò che fa bene può fare la differenza. Il feedback costruttivo è specifico, obiettivo e si concentra sul comportamento o sull’azione piuttosto che sulla persona.

Ad esempio, invece di dire “sei pigro”, si potrebbe dire “ho notato che non hai portato fuori la spazzatura stamattina”

È più probabile che questo tipo di feedback venga accolto bene e porti al cambiamento desiderato. È importante anche evitare di dare del “tu”, perché può suonare come un’accusa e dare l’impressione che si stia attaccando la persona.

Per esempio, invece di dire “Non mi ascolti mai”, provate a dire “Sento che le mie esigenze non vengono ascoltate” Infine, assicuratevi di bilanciare le critiche con elogi e riconoscimenti delle buone qualità e dei risultati del vostro partner o figlio.

Piuttosto che dire al partner che deve iniziare a dare una mano di più in casa, suggerite di svolgere insieme compiti specifici in determinati momenti (ad esempio, piegare il bucato mentre si guarda la TV la domenica sera)

Dare un feedback positivo è una parte fondamentale di ogni relazione sana.

Seguendo questi consigli, potrete dare un feedback costruttivo in modo rispettoso e produttivo, due ingredienti essenziali per relazioni personali e professionali sane.

Se vuoi approfondire ti suggerisco di scaricare queste Guide gratuite:

 Coltiva Assertività ed  Empatia in 3 Mosse

I Segreti per Comunicare con Successo

I 6 Segreti del linguaggio del Corpo

Pensa in Grande!

Alessandro Ferrari

Imprenditore | Consulente Aziendale | Formatore | Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.