Produttività Aziendale: ATTENZIONE a questi 5 Indicatori di Tossicità

Scritto da Alessandro Ferrari il 16/10/18 12.45

Produttività Aziendale: ATTENZIONE a questi 5 Indicatori di Tossicità

Tutti gli studi dicono che un buon ambiente di lavoro genera più risultati in termini di produttività aziendale. E dicono anche, dall’altro lato, che le tensioni hanno un effetto negativo sulle persone e sull'organizzazione in generale.: anche questo è un elemento da considerare per costruire un’azienda di successo. Per cominciare a dirigere la tua azienda verso la strada del successo, tieni d’occhio questi 5 indicatori di tossicità.

Per avere un ambiente di lavoro positivo è necessario che sia presente cultura aziendale. Di cosa si tratta? È formata da tutti gli elementi tangibili e intangibili che insieme compongono il "come le cose funzionano" all’interno di un’azienda. 

Un ambiente di lavoro è un ambiente sociale complesso a tutti gli effetti, ed è molto impattante per la nostra vita soprattutto dal momento che trascorriamo gran parte del giorno in ufficio. Ecco perché se non viviamo in un bell'ambiente, prima o dopo ne verremo fuori.

Ecco i principali problemi, o indicatori di tossicità delle aziende, e come risolverli.

 

1. Alto fatturato, ma carico di lavoro insopportabile

Secondo l'osservatorio della Harvard Business Review, quando i leader perseguono obiettivi difficili, facilmente dimenticano che ci sono otto ore al giorno per lavorare. E il costante inseguimento dopo le ore di lavoro può ridurre la produttività e provocare risentimento da parte dei dipendenti.

Il primo indicatore di tossicità aziendale è quindi il grado di logoramento

Se la tua squadra si sta logorando stai spingendo troppo, quindi registra l’organizzazione facendo respirare tutti. Ripartirete più carichi di prima.

 

2. Pettegolezzi che minano la coesione del team

Se ci sono dei componenti del team che sembrano cecchini e c’è un bersaglio di maldicenze e pettegolezzi, metti in atto dei comportamenti per eliminare questa abitudine. 

Queste persone rischiano di essere vampiri energetici a discapito del team. 

Ho parlato di queste personalità tossiche in questi approfondimenti:

Molte aziende di successo hanno meccanismi di feedback di base per garantire che i dipendenti possano trasmettere le loro osservazioni prima che si trasformino in rivalità. Per dirlo con uno slogan: comunicazione bidirezionale is the way!

 

3. Gli elementi sono bravi ma non valorizzati

Secondo le più affermate società di consulenza manageriale il riconoscimento per un lavoro svolto è importante per tutte le persone.

Se la tua impresa non sta facendo sentire le persone valutate per quello che fanno, loro cercheranno altrove. Il feedback sul lavoro dovrebbe riguardare anche ciò che funziona bene, non solo ciò che le persone possono fare meglio.

Attenzione, perché i primi ad andarsene saranno gli elementi migliori, perché fanno gola alle altre aziende: quindi attenzione perché l’azienda a quel punto rischia un impoverimento in termini di know how.

 

4. La ricerca della colpa

Di chi è la colpa quando un obiettivo viene mancato?
Se stai già cercando un colpevole, fermati. Prima di proseguire con la caccia al colpevole, rifletti un attimo. Nei team si vince insieme e si fallisce insieme, invece di cercare colpe da addossare a capri espiatori, si potrebbe iniziare a parlare di responsabilità

Anche in questo caso è fondamentale la comunicazione bidirezionale o, almeno, un sistema di feedback.

Se c’è comunicazione gli errori possono essere anticipati e magari il prossimo obiettivo sarà raggiunto.

 

5. I dipendenti non sviluppano le loro capacità a ritmo

Sembra un paradosso ma succede: alcune aziende sono tentate di evitare investimenti nelle competenze dei loro team perché ritengono che ciò spinga le persone a spostarsi verso pascoli più verdi con le loro nuove certificazioni o competenze. 

In realtà, quando fai un investimento nella tua forza lavoro e offri ai membri del team nuove opportunità di aggiornamento, la stai posizionando per una carriera duratura con te. Li stai fidelizzando, come se fossero dei clienti.

 

Le persone generalmente non lasciano le aziende: lasciano un cattivo ambiente di lavoro.

Leggendo queste 5 casistiche, in cui magari ti sei anche identificato parzialmente, avrai capito che la chiave per migliorare il luogo di lavoro e la produttività è la comunicazione corretta. O meglio, VINCENTE!

La comunicazione vincente ha un ruolo di spicco nella società moderna: ho raccolto in questa guida i metodi per applicarla al meglio nel mondo del business. 

Clicca qui sotto per ricevere subito, gratuitamente, la guida alla comunicazione vincente.

guida-gratis-comunicazione-vincente

Categorie: Comunicazione Vincente

condividi su whatsapp