8 REGOLE VINCENTI DI COMPORTAMENTO ASSERTIVO SUL LAVORO

8 REGOLE VINCENTI DI COMPORTAMENTO ASSERTIVO SUL LAVORO

Prosegue il nostro viaggio nei meandri dell’affascinante mondo del Comportamento Assertivo. Nelle puntate precedenti abbiamo parlato dell’Assertività come EQUILIBRIO tra le due componenti Aggressività e Passività (6 Caratteristiche di base della Comunicazione Assertiva), come capacità di ESPRIMERE SE STESSI in modo libero e spontaneo (Come migliorare la tua Vita con l’Assertività), come l’essere in grado di avere una profonda AUTOSTIMA in se stessi (Assertività e Autostima: gli 8 Passi Fondamentali) e infine come la capacità di COMUNICARE EFFICACEMENTE (Assertività: 5 Segreti per una Comunicazione Efficace).

In questo post analizzeremo il Comportamento Assertivo nella sua sfera più professionale, ovvero sul luogo di lavoro.

Anche nella propria carriera lavorativa infatti, così come in tutti gli ambiti della vita, per essere vincenti e conquistare traguardi importanti, occorre osare, buttarsi, sperimentare… in una parola molto semplice, è necessario avere CORAGGIO!

Senza il CORAGGIO e la determinazione è difficile andare lontano e, allo stesso modo, non sarà semplice riuscire ad imporsi e a far valere le proprie idee con colleghi, superiori e collaboratori.

Quante volte vi è capitato di trovarvi in difficoltà con le persone che lavorano con voi? Di non riuscire ad imporre le vostre idee e il vostro punto di vista o di non trovare il coraggio di impegnarvi in quel progetto a cui tenete tanto? O magari al contrario vi sentite talmente insicuri che come arma di difesa tendete ad aggredire tutti con arroganza?

La Comunicazione Assertiva vi permetterà di superare tutto questo, dandovi i mezzi e le tecniche per affrontare al meglio ogni sfida che vi si presenterà davanti.

Inoltre essere assertivi sul lavoro è l’atteggiamento migliore che possiate avere poiché imparerete ad evitare gli eccessi quali l’irruenza e l’arroganza tipiche delle persone aggressive o al contrario l’immobilità e la staticità di quelle passive.

L’assertività sul luogo di lavoro vi aiuterà a migliorare i rapporti interpersonali con tutte le persone con le quali avrete a che fare, dal collega appena arrivato fino al cliente finale.

Ecco allora quelle che ritengo siano le 8 Regole Vincenti del comportamento assertivo sul luogo di lavoro:

  1. Non rimandare le coseUno dei problemi più grandi sul lavoro è la tendenza a rimandare continuamente le cose. Per quale motivo lo fate? Se ci riflettete bene la ragione vera non è tanto la mancanza di tempo ma piuttosto la vostra paura di affrontarle. Ciò che ci spaventa lo releghiamo in soffitta, pur essendo consapevoli che solo affrontando le nostre paure potremmo davvero sentirci liberi e realizzati. Di fronte ad una scelta da compiere o ad un’attività molto impegnativa da realizzare, gli aggressivi reagiranno con la solita irruenza e cercheranno di scaricare il problema sugli altri, mentre i passivi, come dice la parola stessa che li identifica, faranno della passività e del rimandare continuamente le loro bandiere. Rifuggite da tutto ciò e imparate a gestire gli impegni con l’assertività! L’assertivo non ha paura delle sfide ma al contrario si arma di grinta e coraggio e le affronta con determinazione. Il famoso detto “Non fare domani quello che puoi fare oggi” è probabilmente stato inventato da una persona assertiva!
  2. Prendi le decisioni giusteCosì come sa affrontare le cose di petto e con grinta, senza rimandarle continuamente, l’assertivo è in grado di ponderare con efficacia le decisioni giuste da prendere nel suo ambito professionale, valutando con obiettività i pro e i contro. Per fare questo, il comportamento assertivo ci insegna ad evitare l’agire impulsivo tipico della persona aggressiva o al contrario, l’estremo immobilismo del passivo. Come abbiamo avuto modo di spiegare nei post precedenti, la persona assertiva non ha paura di chiedere consiglio alle persone di cui si fida e da questo punto di vista il suo asso nella manica per prendere decisioni giuste senza sbagliare, è quello di mirare quando è necessario, al confronto con altre persone di fiducia.
  3. Affina la tua capacità di negoziareIn qualsiasi ambito professionale, saper negoziare e trattare con efficacia è sempre un valore aggiunto significativo. Negoziare assertivamente vuol dire essere in grado di far valere le proprie richieste senza calpestare quelle degli altri. Che sia una trattativa con un cliente o un fornitore o semplicemente una discussione di punti di vista differenti durante una riunione di lavoro, l’assertivo saprà sempre trovare le parole e i modi migliori per raggiungere il suo obiettivo. Esercitatevi quindi a non reagire con aggressività o passività ma piuttosto cercate sempre di mantenere la calma e di trovare il modo migliore per uscirne vincenti.
  4. Gestisci con successo i conflittiQuante volte ci capita di non essere d’accordo con i nostri colleghi e collaboratori? Tante volte lo scontro è inevitabile eppure se gestito in maniera assertiva non può che essere costruttivo per noi stessi e per l’azienda. Nel momento in cui si prospetta uno scambio acceso di opinioni e punti di vista differenti, imparate a reagire attraverso il comportamento assertivo: respirate a fondo e passate oltre al problema, concentratevi non sul “perché” ma piuttosto sul “come” risolverlo con successo senza ferire nessuno e soprattutto per il bene dell’azienda. La forza di una persona assertiva è quindi la sua grande capacità di problem solving durante i momenti più difficili, momenti in cui gli aggressivi perdono le staffe, mentre i passivi restano immobili, incapaci di reagire.
  5. Impara a dire di NOIl problema di rispondere positivamente senza mai porre rifiuti di fronte alle mansioni da compiere, è tipico della persona passiva. Il passivo per paura di deludere il collega o il diretto superiore non ha il coraggio di opporsi e quindi pur essendo in disaccordo, preferisce reagire passivamente senza affrontare il problema. Di conseguenza diventerà preda facilmente attaccabile dall’aggressivo, che spavaldo e autoritario, non mancherà occasione di scaricargli i suoi compiti. La soluzione a questo problema è molto semplice: imparare a dire NO! Ed è quello che fa una persona assertiva quando non ritiene obiettiva una determinata richiesta da parte di un collega o di un superiore. Rispondere negativamente di fronte a richieste poco convincenti e che ci farebbero perdere solo del tempo, farà comprendere a chi abbiamo di fronte che non siamo disposti a strisciare ai suoi piedi, e la prossima volta ci penserà due volte prima di chiedercelo di nuovo.
  6. Mantieni sempre la calmaEcco una regola molto importante del comportamento assertivo: l’assertività non va mai di corsa! Per reagire con obiettività di fronte alle situazioni occorre avere il tempo di analizzarle e valutarle, senza agire di impulso (come fa l’aggressivo) e senza metterci troppo tempo (atteggiamento tipico del passivo). L’unico modo per fare ciò è imparare a mantenere la calma di fronte a qualsiasi tipologia di situazione. Se volete diventare persone assertive dovete quindi esercitarvi sul vostro autocontrollo e sulla vostra pazienza. Non serve a nulla andare fuori dai gangheri e iniziare a urlare come fanno gli aggressivi, come d’altro canto non è assolutamente costruttivo il comportamento dei passivi che restano lì immobili e incapaci di reagire. Se rimarrete calmi riuscirete a pensare in maniera più obiettiva e sarete in grado di gestire meglio ogni problematica.
  7. Migliora la gestione del tuo tempoUna persona assertiva è prima di tutto una persona organizzata che ha il pieno controllo dei propri impegni e delle proprie attività lavorative. Come potete pensare di fare un buon lavoro se non avete sotto controllo date e scadenze? Gestire in maniera ottimale il proprio tempo è una caratteristica chiave dell’assertività poiché se ci pensiamo bene la gestione del nostro tempo lavorativo si riflette anche nel lavoro dei nostri colleghi. Ad esempio se abbiamo rimandato le cose tante volte e affidiamo un compito all’ultimo minuto senza dare la possibilità alle persone di lavorarci nei giusti tempi necessari, come possiamo pretendere che facciano un buon lavoro? Se assertività significa pieno rispetto per gli altri, gestire con successo il proprio tempo lavorativo non può che essere un elemento positivo per il benessere proprio ma anche di tutta l’azienda.
  8. Definisci con chiarezza i tuoi obiettivi e…conseguili!L’assertività, in qualsiasi ambito la si voglia applicare, prevede la definizione di obiettivi realistici, concreti e realizzabili. Così anche nell’ambito professionale è chiaro che se non ci poniamo degli obiettivi reali è difficile conseguire dei risultati soddisfacenti. Ciò che permette alla persona assertiva di avere una marcia in più nel conseguire i propri obiettivi è il fatto che sa gestirli in maniera ottimale, non dandosi mai per vinta e affrontando con la giusta tenacia i momenti di difficoltà. Inoltre essere in grado di far valere le proprie idee senza prevaricare gli altri, aiuta ad instaurare rapporti migliori con i colleghi, i quali non sentendosi minacciati ma al contrario stimati ed apprezzati, non mancheranno di offrire il loro aiuto per conseguire l’obiettivo comune.

Conclusioni

Come abbiamo visto, il comportamento assertivo si rivela essere la soluzione vincente anche in ambito professionale poiché è in grado di insegnarvi come comportarvi e relazionarvi al meglio di fronte ad ogni situazione vi si presenti sul luogo di lavoro.

Non siate quindi comuni pesci che si perdono in mezzo al mare sconfinato…piuttosto puntate a differenziarvi e siate come il pesce coraggioso dell’immagine che ho scelto per questo post:

Non abbiate mai paura delle vostre azioni e di quello che sareste in grado di fare se solo osaste un po’ più di grinta. Non temete le difficoltà ma affrontatele. Siate intrepidi al punto giusto e armatevi di CORAGGIO per spiccare quel salto adrenalinico e liberatorio che vi porterà verso una nuova e stimolante consapevolezza professionale.

Pensa in Grande!

Alessandro Ferrari


Author: Alessandro Ferrari

Autore, Imprenditore e Formatore esperto in Comunicazione, Tecniche di Vendita e Inbound Marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *